Benvenuti nel sito dell'Associazione Amici di Santa Cecilia
Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Lo sviluppo della musicalità di ciascuno rappresenta un elemento fondamentale di promozione dell’integrazione delle diverse componenti della personalità: percettivo-motoria, quella logica, quella affettivo-sociale.
Inoltre la pratica della musica d’insieme permette, anche attraverso l’integrazione della composizione e l’improvvisazione, l’indagine individuale nello spazio acustico, in un progetto d’intenzionalità collettiva che ha lo scopo di educare anche a un uso creativo del linguaggio musicale.
In questa dimensione, un ruolo centrale è affidato alla conoscenza che nasce dall’azione, da ricerche comuni che pongano in relazione mente e corpo, riconoscendo così l’intelligenza del corpo e i suoi percorsi: nell’interazione anzitutto con il sé tramite il dispiego della vocalità e, quindi, con lo strumento musicale assunto quale “ compagno di viaggio” nell’esplorazione dei vari territori musicali.
(Tratto dal testo del Decreto Ministeriale 8/11 del MIUR)
Sei in: Home 

Associazione Amici di Santa Cecilia - nella foto in alto, il Maestro Giuseppe Sinopoli, ideatore, insieme a Vittorio Ripa di Meana, dell'Associazione

 

 La sede dell'Associazione, via Vittoria 6, Roma

________________________________________________________

 

 

Le conferenze sono aperte a tutti, non solo ai Soci, e si svolgono all'auditorio Parco della Musica (viale Pietro de Coubertin)

___________________________________________________________ 

                                

L'Associazione Amici di Santa Cecilia fu costituita nel 1985 per iniziativa di Giuseppe Sinopoli (http://www.giuseppesinopoli.com) e Vittorio Ripa di Meana, allo scopo di:

  • incoraggiare e promuovere iniziative nel campo culturale e musicale;
  • prendere le iniziative necessarie ad assicurare una o più sedi stabili per le manifestazioni musicali in Roma;
  • promuovere iniziative destinate a valorizzare la professionalità e l'impegno dell'orchestra e del coro della Gestione Autonoma dei Concerti, oggi Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

All’inizio della sua attività, l'Associazione organizzò una serie di convegni per rappresentare l'urgenza, e i modi, di dotare Roma di un "luogo della musica" degno di questo nome. Il dibattito che ne è seguito, e in cui furono coinvolti musicisti, musicologi,architetti, esponenti della vita culturale, ha favorito l'iniziativa del Comune di Roma, che ha finalmente donato alla città il Parco della Musica, oggi divenuto un luogo fondamentale per tante attività culturali della Capitale.
Ancor prima della realizzazione del complesso progettato da Renzo Piano, l'Associazione si fece promotrice e concorse alla realizzazione di importanti lavori di miglioramento dell'acustica nell'Auditorio di via della Conciliazione, dove allora si eseguivano i concerti sinfonici e da camera dell'Accademia, assicurando il finanziamento dei lavori con la generosa contribuzione di una fondazione bancaria cittadina.
Tra le altre manifestazioni curate negli oltre vent'anni di vita dell'Associazione, meritano di essere ricordati il concorso destinato a premiare un libro di argomento musicale, attribuito  a Mario Bortolotto per il fondamentale saggio sulla musica francese intitolato "Dopo una battaglia"; il convegno di studi sulle risorse per la musica a Roma, ospitato dall'ABI a Palazzo Altieri; la mostra dedicata ad Arnold Schoenberg al Palazzo delle Esposizioni, dove fu anche riproposta, a cura di Michele dall'Ongaro, la serie "C'è musica e musica" realizzata da Luciano Berio.
Sin dalla sua fondazione l'Associazione organizza conferenze di presentazione dei più significativi concerti in programma nelle stagioni sinfonica e da camera dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, affidate a illustri musicologi ed a volte agli stessi esecutori. Sono memorabili le presentazioni wagneriane di Giuseppe Sinopoli, poi raccolte in un volume  curato dall'Associazione e distribuito ai propri soci. Le registrazioni delle conferenze sono ora custodite dalla bibliomediateca dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Il sito darà notizia di ulteriori iniziative, oggi allo studio.
L'Associazione dedica attenzione particolare alla educazione musicale dei più giovani. L'Offerta Musicale è un progetto, svolto con il sostegno e la stretta collaborazione della Fondazione  Accademia di Santa Cecilia, per la diffusione della musica colta tra i giovani delle scuole medie superiori, con varie occasioni di incontri e frequentazioni musicali; dai seminari nelle scuole alle sale da concerto, il discorso musicale è proposto secondo diverse angolazioni, come momento didattico interdisciplinare di approfondimento o come ascolto dal vivo di esecuzioni di grandi artisti.
L’Associazione offre ai soci sconti e facilitazioni per l'acquisto di biglietti dei concerti e di dischi e libri.

La segreteria resta chiusa il mese di agosto per le vacanze estive.

 

 

 

                                  

Le iniziative dell'Associazione si svolgono in collaborazione con l'Accademia Nazionale di  Santa Cecilia 

 

 

 

(foto di Francesco Ferrucci - per amichevole concessione)